mercoledì 30 luglio 2014

Ciambella al cioccolato (riciclato)

 
Prima di pranzo e cena mia madre faceva recitare a me e alle mie sorelle "Signore benedici questo cibo che stiamo per mangiare e danne a tutti coloro che non ne hanno".
Non ha mai buttato il cibo. Figlia della guerra, come dice lei, rispetta il cibo e ringrazia sempre di averne sulla tavola. Non ricordo mai del pane buttato. Minestre, pancotto, polpette, pangrattato ecc... Anche il pesce avanzato lo "polpettizzava".
 
 
Mi sono portata dietro questi insegnamenti, dei quali sono senz'altro grata a mia madre. Non le sono grata per la tendenza alla "conservazione" che mi ha trasmesso, che ha come conseguenza l'accumulo di vestiti ormai immettibili, oggetti e chincaglierie varie perché, come dice lei "non si può mai sapere, possono sempre servire". Figlia della guerra appunto, purtroppo.
Ancora osservo simpaticamente dei pantaloni a zampa di elefante giallo canarino di mio papà, residuo bellico anni '70 della serie "Flower power" e mi chiedo cosa ci faccia ancora lì nel 2014. Ancora mi chiedo mamma cosa aspetti a darlo via. Mi preoccuperei seriamente nel vedere un giorno o l'altro mio padre, alla sua età,  in giro con i sopraccitati pantaloni...la diagnosi sarebbe impietosa per entrambi: demenza grave.  
 
 
 
Tralascio, a questo punto, la descrizione del mio garage della serie "sepolti in casa" e torno all'origine di questa ciambella.
Lo so, aspettavate con ansia l'ennesima ricetta di Ciambellone al cioccolato.
La pubblico perché è  una piccola vittoria che ho avuto sui cioccolatini che ormai stazionavano in casa e che il periodo non invitava al consumo. Prima che fosse troppo tardi ho scelto quelli al latte e al gianduja. Li ho scartati e.....ne è venuto fuori un ciambellone buono buono, con non troppi grassi, insomma ideale per colazione.

 
Ciambella al cioccolato
 
200gr di cioccolatini al latte di vario tipo
due cucchiai di latte
100 gr di burro
180gr di farina
3 uova intere
110 gr di zucchero
un cucchiaio colmo di cacao amaro
un pizzico di sale
8 gr di lievito per torte
 
70gr di cioccolato fondente tritato grossolanamente (facoltativo)
 
procedimento
 
Preriscaldare il forno a 180°. Sciogliere a bagnomaria i cioccolatini con il burro e il latte. Mettere da parte. Montare le uova con lo zucchero fino a che il composto sia soffice e bianco. Miscelare nel frattempo tutte le polveri e unirle delicatamente al composto montato. Con movimenti rapidi ma leggeri unite anche il composto di cioccolato (ed eventualmente le scaglie di cioccolato tritate grossolanamente) e versate in una teglia a forma di ciambella da cm 24 precedentemente imburrata e infarinata.
Cuocere per 30/35 minuti. Controllare la cottura con uno stecchino.
 
Aggiornamento
Rifatta con un misto di cioccolatini, ve ne erano anche alcuni al cioccolato bianco. Aggiunto nell'impasto anche 70gr di cioccolato al 70%  residuo di tavoletta, tritato grossolanamente a coltello. Divina!
 

3 commenti:

  1. Bellissima ricetta e lo stampo,Nordickware,giusto?Lo comprero' appena posso...

    RispondiElimina
  2. Beh, in questo caso l'arte del riciclo ti ha aiutata... La ciambella sembra buonissima!
    Brava!
    Rubina

    RispondiElimina
  3. bella ciambella...la faro 'presto ai miei cuccioli.un saluto alla mamma ke ricordo con affetto

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...