lunedì 1 ottobre 2012

I ravioli di Teresa....

 
 
Ieri mi si è aperto un mondo!
Possono dei ravioli fare cio? Beh, a casa mia sicuramente....
Colpa sua e del suo splendido post sui ravioli di patata e funghi porcini (i prossimi in lista...fatemi beccare dei porcini degni di questo nome e vedrete cosa vi combino!!). Nella spiegazione della ricetta linka alcuni post di Teresa che, a dire il vero, avevo già a suo tempo letto e apprezzato ma che non avevo messo in opera.
Ieri mi son decisa e li ho fatti. Una cosa fantastica...fidatevi!
Teresa, oltre a consigliare una ricetta per la pasta davvero buona ed una sua degna cottura parla di sbianchitura. Metodo che, personalmente, non avevo mai adottato. Sbagliando.
La sbianchitura del raviolo mi ha eliminato il noiosissimo effetto "bordo duro e cuore molle" che avevano, prima di ieri, i miei ravioli.
Cosè la sbianchitura? Come dice Teresa è il passaggio in acqua bollente, per non più di dieci secondi. della pasta farcita. Ogni dieci/dodici ravioli sbianchivo e poi mettevo su un telo ad asciugare, girandoli di tanto in tanto. Il risultato? Un raviolo uniforme nella cottura, un bordo per nulla calloso, insomma, il raviolo perfetto!
 
 



Ravioli ripieni di ricotta e provolone del Monaco
da una ricetta di Teresa De Masi

ingredienti per 4 persone
(6 se sono persone normali...noi non lo siamo...)

per la pasta
300 gr di farina (ho usato la 00 antigrumi per pasta della Lo Conte)
165 gr di uova intere
un pizzico di sale

Nel kenwood con frusta a foglia ho inserito farina, uova e sale, ho fatto andare la macchina fino a formare un briciolame grosso che ho riversato sulla spianatoia. Poi, con le mani bagnate, ho compattato l'impasto e lavorato per 10 minuti. Bagnando di tanto in tanto le mani (l'umidità delle mani aggiungerà la giusta acqua necessaria all'impasto). Ho coperto con una ciotola per un'ora abbondante al fine di far rilassare il glutine.

Farcitura

300 gr di ricotta
200 di provolone del Monaco grattugiato
pepe q.b
50 gr di albumi

Ho setacciato la ricotta e unita al resto degli ingredienti. Messo tutto in una sacca da pasticciere.


Preparazione del raviolo (ne sono venuti circa 40 pezzi).
Ho ripreso l'impasto e con la sfogliatrice ne ho ricavato delle strisce sottilissime. Con la sacca ho porzionato il ripieno su un lato della striscia e ho ripiegato, formando dei ravioli quadrati. Ho sigillato bene i bordi avendo cura di non incorporare aria ed ho tagliato con una rotella.
Ho messo su una pentola piena d'acqua e arrivata a bollore ho proceduto, man mano realizzavo i ravioli, a tuffarli per 10 secondi nell'acqua. Li ho scolati bene e li ho fatti asciugare su un canovaccio, girandoli di tanto in tanto.
Una volta terminati li ho cotti in acqua salata per circa 8 minuti, scolati e saltati in padella con un semplicissimo sugo fatto con pomodorini.
Spolverati di provolone del monaco e serviti ben caldi.



36 commenti:

  1. Sono davvero molto allettanti, ne mangerei un bel piatto anche adesso! :-D
    Il suggerimento per avere una cottura uniforme, è utilissimo, meno male che li hai fatti visto che mi sono persa il post di Teresa! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assunta, questa della sbianchitura è una manna dal cielo!!!! Baci

      Elimina
  2. Devono essere strepitosi! Complimenti anche per le fotografie Buon inizio settimana

    RispondiElimina
  3. Bellissimi. Questa della sbiancatura nom la sapevo. Sempre interessanti i tuoi post. Cmq si mangiano con gli occhi.

    RispondiElimina
  4. Avevo letto di questo procedimento usato da Teresa per la pasta fresca ma non ho ancora provato. Ma se questo è il risultato! Bellissimi e complimenti Pasqualina :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria, effettivamente questo procedimento mi ha evitato l'unica noia che molte volte mi portava a rinunciare alla pasta fresca fatta in casa!!! Un abbraccio

      Elimina
  5. Da quando ne ha parlato la Spisni della sbianchitura non posso più farne a meno, per anni insistevo dicendo che un metodo per non far inumidire la pasta ripiena ci doveva essere e alla fine è saltato fuori......

    RispondiElimina
  6. O_O..oh, e queste foto??? bellissime! inversione di 90° direi ripsetto alle precedenti!! bravissima!
    i ravioli c'hanno un aspetto ma un aspetto che la metà basta! alla merenda nostra, loro li puoi portare??_)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li porto...li sbianchisco e li porto! Un bacio

      Elimina
  7. Mamma mia questi ravioli, sono una prelibatezza. La sbiancatura non l conoscevo nemmeno io, grazie per averlo condiviso con noi. Complimenti

    RispondiElimina
  8. Prima o poi dovrò vincere le mie riserve e tentare di fare la pasta fatta in casa...guarda che meraviglia questi ravioli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai prova! No te ne pentirai, sono ottimi!!!

      Elimina
  9. Mi hai messo voglia di ravioli, ca te possino... e mo'? Meno male che non ho il provolone del monaco... :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahah!!!! Io ne ho un bel pò...te lo mando?? ;-D

      Elimina
  10. Complimenti Pasqualina, sono dei ravioli perfetti!!
    Quella sbianchitura non la sapevo, grazie anche a Teresa
    Un bacione

    RispondiElimina
  11. Fantastici davvero, complimenti!

    RispondiElimina
  12. Complimenti per la ricetta (da Emiliana adoro la pasta fatta in casa!), e complimenti per questo bellissimo blog! Ti osservo bene ora per la prima volta e trovo i tuoi post davvero interessanti..foto splendide!
    Se ti va passa a trovarmi!
    Un abbraccio!
    Kika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei gentile! Passo a trovarti!

      Elimina
  13. Complimenti per questi ravioli! A furia di vederli mi sta venendo tantaaa fame!!

    RispondiElimina
  14. Sono una meraviglia me li mangerei volentieri...e anche a casa mia le dosi son per 4 ;) ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahhahah!! Allora mi capisci! Ciao cara!!

      Elimina
  15. Complimenti Pasqualina devono essere davvero molto buoni

    RispondiElimina
  16. Belli Pasqualina!! Ho visto da Scatti golosi che eri interessata e cosi ho trovato i tuoi.
    Proverò presto questo sistema, grazie anche a te!!
    Dopo averli sbianchiti, si possono trasportare o si attaccano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Doretta prova questo sistema...ti cambia la vita!!! Una volta asciutti non si attaccano però io li conervo in frigo! Un bacio

      Elimina
  17. Fatti oggi!!!! Si va benissimo perché all'ora di pranzo avevo già pulito tutto in cucina, avevo solo la pentola per lessarli. Ed è vero son cotti perfettamente.
    Quanto li conservi in frigo dopo averli sbianchiti?

    RispondiElimina
  18. Doretta, in verità più di una due giorni non li ho mai tenuti perchè mi son serviti subito. La prossima volta li sbianchisco, li raffreddo e li congelo. Voglio vedere come si comportano in cottura. Ma credo bene.... A presto!

    RispondiElimina
  19. Beh un paio di giorni mi sembrano abbastanza.
    Ancora una domanda...li conservi sopra il canovaccio e li copri con cosa?
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li copro con un canovaccio. Quindi canovaccio sopra e sotto. Si mantengono benissimo!! :-)

      Elimina

Condividi!

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...